Con calma, però…

Nella vita non bisogna avere fretta, ci si deve prendere il tempo giusto, necessario, per fare le cose.

Tuttavia non bisogna nemmeno esagerare, rimanendo immobili e rischiando di perdere di vista i propri obiettivi.

Fare. O non fare. Non c’è provare.

Le parole del maestro Yoda sono eloquenti. Va bene riflettere, ma poi bisogna passare all’azione mirando dritto al traguardo.

Vivere nel passato o in un ipotetico futuro, frutto di un altrettanto ipotetico evento, produce un solo risultato certo, ovvero una vita vuota, insoddisfacente e triste.

Due sono le parole che minano alla base la possibilità di una vita felice, e sono se e quando.

”Se vinco al Superenalotto…”, oppure ”quando avrò trovato un lavoro migliore…”, o peggio ancora ”quando incontrerò la persona giusta…”.

Piaccia o non piaccia, ciascuno di noi ha un controllo estremamente limitato sulla propria vita e nessun controllo sugli eventi esterni. La nostra vita è il risultato delle nostre azioni combinate con l’ambiente e le persone che ci circondano.

L’unico fattore su possiamo agire e influire sono proprio le nostre azioni e, prima ancora, sui nostri pensieri.

Per questo motivo, la prima cosa da fare per incamminarsi lungo una vita piena e felice è proprio quella di pensare, e quindi agire, nel migliore dei modi.

Si tratta di discorsi che mi ripeto ciclicamente da decenni, ma oggi ho deciso di aprirci un blog. Sarà il mio strumento di autoanalisi, il mio diario personale, il mio diario di bordo da rileggere per imparare dai miei errori, per non dimenticarli, per non ripeterli.